Pesce palla velenoso pescato in Calabria

Si sta diffondendo la notizia della pesca di un pesce palla velenoso al consumo nelle acque calabresi. Per fare chiarezza, diffondiamo un comunicato stampa diramato dall’ISPRA. Nessun allarmismo, basta non mangiarlo e non farà nulla!

Lo  scorso  15  aprile,  l’ISPRA  ha  ricevuto  la  segnalazione  dell’avvistamento  di  un esemplare  di  pesce  palla  maculato,  il  Lagocephalus  sceleratus.  Questa  specie, altamente tossica al consumo, è stata catturata nelle acque vibonesi, nel Comune di Briatico, in Calabria. La cattura è stata prontamente comunicata ai ricercatori grazie alle indicazioni della campagna di informazione che ISPRA sta conducendo sui pesci palla; determinante, in questo caso, la collaborazione della testata locale Il Vibonese. 

Il pesce palla maculato, entrato in Mediterraneo dal Canale di Suez nel 2003, è stato responsabile  di  severe  intossicazioni  alimentari  (compresi  alcuni  rari  casi  fatali)  in Paesi come Grecia, Cipro, Turchia, Libano, Israele, Egitto. 

Il pesce palla è velenoso, non mangiarlo

La tossina mantiene il suo effetto anche dopo la cottura. L’ISPRA invita, pertanto, tutti  i  pescatori  a  separare  la  specie  dalle  altre  catture,  congelarla  e  ad  inviare  la propria segnalazione a pescepalla@isprambiente.it

Maggiori informazioni sono disponibili nella locandina.

Bibliografia: Massimo Boyer – scubaportal.it

Gus

Mi chiamo Pier Paolo Liuzzo. Vivo a Tortona, una piccola città in provincia di Alessandria, a metà strada tra Milano e Genova. Pilota di linea ed amante del mare; di quello che conserva e racchiude fra le sue acque.

https://www.gusdiver.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.