Paralenz Vaquita, la nuova videocamera subacquea che trasforma ogni sub in uno scienziato

Paralenz ha presentato al Boot di Düsseldorf la sua ultima uscita. Vaquita è una videocamera subacquea a prova di urto. Sensori di nuova concezione e processori più veloci ne faranno un’inseparabile compagna di immersione.

Secondo il CEO Ulrik Hvid un mirino di altissima qualità, processori velocissimi ed un esterno completamente riprogettato saranno i punti di forza della nuova videocamera, e contribuiranno a produrre video di qualità e dati da condividere per la salvezza degli Oceani.

“La nostra collaborazione con organizzazioni come NOAA dà ai subacquei la possibilità di contribuire facilmente. Mentre le popolazioni naturali sono in declino, noi crediamo che i nostri utenti sfrutteranno la possibilità di aggiungere significato alle loro immersioni, raccogliendo dati da mettere nelle mani di organizzazioni che li utilizzano per il meglio”.

Il sensore GPS rende possibile condividere le proprie riprese con un posizionamento, grazie all’app Paralenz.  Questo permette anche di vedere immersioni da ogni parte del mondo, cercando ispirazione per i prossimi viaggi subacquei, con una visione chiara di dove vogliamo andare. Allo stesso tempo ogni sub contribuisce alla conoscenza degli oceani.

Paralenz Vaquita parla la lingua dell’Oceano

Vaquita monta un potente processore  per video di alta qualità, con una grande stabilizzazione dell’immagine, e può riprendere in 4K a 60 fps. Migliori riprese sono garantite da un True Color OLED display, da un mirino che mostra in tempo reale il profilo dell’immersione. Un’antenna migliorata e il sistema Bluetooth facilitano la connessione con la app.

Vaquita produce files compressi senza perdita di qualità, riprese georeferenziate automaticamente, sensori per raccogliere dati in ambiente quali conduttività (salinità), temperatura, profondità e posizione.

Martin Holmberg, co fondatore e CPO, aggiunge: “La Dive Camera+ Paralenz era già un passo avanti, ma con Vaquita siamo riusciti a incorporare tutte le caratteristiche e i miglioramenti desiderati dall’utente. E continueremo per il futuro a introdurre upgrades nel software”.

Perchè Vaquita?

Paralenz sente l’obbligo di educare e ispirare, e perciò ha scelto un nome per la nuova videocamera che richiamasse la missione di conservazione dell’Oceano. Vaquita è il nome di un piccolo cetaceo fortemente minacciato di estinzione, di cui pare sopravvivano ormai non più di 19 esemplari. È una triste storia di come l’avidità umana può spazzare via una specie, e insieme è un tributo a chi resiste.

Paralenz Vaquita – Che c’è di nuovo?

  • Display True color OLED e mirino elettronico
  • Riprese georeferenziate automaticamente
  • Video migliori con frame rate più alta
  • Colori fedeli anche senza luci, dimensione del file ridotta
  • Stabilizzazione anche in 4K
  • Dati raccolti per la conservazione degli oceani

Bibliografia: scubaportal.it

Gus

Mi chiamo Pier Paolo Liuzzo. Vivo a Tortona, una piccola città in provincia di Alessandria, a metà strada tra Milano e Genova. Pilota di linea ed amante del mare; di quello che conserva e racchiude fra le sue acque.

https://www.gusdiver.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.