Sea Shepherd a difesa dell’anguilla

Sea Shepherd in campo per difendere le anguille, specie in serio rischio di estinzione. Inquinamento, bracconaggio e cucina stanno minando l’esistenza di questi bellissimi animali acquatici. Sarebbe il caso di rivedere i nostri piatti tipici. Siamo Italiani!!! La creatività non ci manca!

Ringrazio Sea Shepherd per tutto quello che da anni svolge!

“If the oceans die, we die” “Se gli oceani muoiono, moriremo anche noi”

Paul Watson

Di seguito l’articolo pubblicato su ScubaPortal.it


Non molti lo sanno, ma l’anguilla è a un passo dall’estinzione. La popolazione di questa specie è stata drammaticamente ridotta del 95%: bracconaggio, inquinamento, cambiamento climatico e sfruttamento ittico ne minacciano la sopravvivenza. La specie è stata inserita nel 2009 nella Lista Rossa della IUCN e classificata come a rischio critico.

ITALIA (Lago di garda) Loc. Cassone Val di sogno Malcesine 2016

Sea Shepherd non poteva restare a guardare e con la nuova stagione in cui le anguille arrivano nelle nostre coste dopo un lunghissimo viaggio, i nostri volontari sono già entrati in azione, determinati come sempre a non dare tregua ai bracconieri. Non c’è più tempo, bisogna agire per salvare la specie. A qualunque costo.

Le foto sono di Adriano Marchiori.

Un’articolo sulle anguille, di Massimo Boyer e Adriano Marchiori, è su ScubaZone 37

Bibliografia: Sea Shepherd Italia ONLUS – scubaportal.it

Gus

Mi chiamo Pier Paolo Liuzzo. Vivo a Tortona, una piccola città in provincia di Alessandria, a metà strada tra Milano e Genova. Pilota di linea ed amante del mare; di quello che conserva e racchiude fra le sue acque.

https://www.gusdiver.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.