Anche quest’anno qualcuno ci ha lasciato.

Comprendo che il titolo è alquanto asettico, o per meglio dire sterile. Non sarà sicuramente un titolo accattivante.

Purtroppo non conoscendo le dinamiche degli incidenti che hanno portato alla morte questi subacquei, ho deciso di rimanere asettico appunto per questo; per non scrivere informazioni non corrette e/o pertinenti alla reale situazione dei fatti. Non sono abituato a dare, come si suol dire, “fiato alla bocca”.

Riporto gli articoli, pubblicati su scubaportal.it, limitandomi a porgere le più sentite condoglianze alle famiglie dei deceduti.

Aspettando i report finali di incidente da parte dell’Autorità preposta, sarei curioso di sapere le vostre impressioni. Lasciate pure quindi, se volete e gradite, un commento a questo articolo, utilizzando il form a piè di pagina.

Sub morto a Golfo Aranci

Un sub di 52 anni nato in Canada e residente in Svizzera, Reni Laport, è morto ieri subito dopo una immersione ricreativa nelle acque di Capo Figari. 

L’uomo, secondo il resoconto dei compagni di immersione, avrebbe accusato difficoltà respiratorie dopo la risalita, Aiutato a raggiungere la barca del diving sarebbe andato in arresto cardiaco.

Nonostante i soccorsi immediati del personale del diving center prima e poi del personale sanitario, subito avvisato, non è stato possibile rianimarlo.

Il personale militare dell’Ufficio circondariale marittimo di Golfo Aranci ha messo sotto sequestro l’attrezzatura subacquea utilizzata nel corso dell’immersione e avviato le prime attività di indagine.

Muore un istruttore sub a Villasimius

Nella mattinata di lunedì è morto in immersione un altro subacqueo. Si tratta di un istruttore sub di Treviso, Fabio Pavan, 55 anni, che in questi giorni si trovava in vacanza in Sardegna con la famiglia.

Il sub era in immersione a Torre delle Stelle, sul relitto della nave Isonzo che si trova tra i 40 e i 50 metri di profondità, con un diving center. Non è ancora chiaro se Pavan si sia sentito male durante la discesa o la risalita. Alcuni degli altri sub lo hanno subito soccorso e aiutato a risalire in barca, ma tutti i tentativi di rianimarlo, a opera dei compagni di immersione prima e poi del personale del 118, prontamente allertato, sono stati inutili.

Non si conoscono le cause della tragedia. Il magistrato ha disposto la restituzione della salma ai familiari e dunque non verrà effettuata l’autopsia.

Bibliografia/Fonte: scubaportal.it

Gus

Mi chiamo Pier Paolo Liuzzo. Vivo a Tortona, una piccola città in provincia di Alessandria, a metà strada tra Milano e Genova. Pilota di linea ed amante del mare; di quello che conserva e racchiude fra le sue acque.

https://www.gusdiver.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.